di Ilaria Sabbatini

 

Young Historians Festival è il primo festival italiano di storia rivolto ai ragazzi in età scolare, dalle elementari alla scuola superiore: un festival di storia per ragazzi fatto dai ragazzi. Quella che viene proposta per il 2018 è un'edizione zero. Abbiamo l'intenzione di farlo diventare un appuntamento fisso che qualifichi la città di Lucca nel senso dell'attenzione alla storia, alla formazione e alla didattica.

Si è scelto di organizzare un festival di storia rivolto ai giovanissimi e fatto da giovanissimi per un motivo fortuito. All'interno delle attività di ARVO (Archivio Digitale del Volto Santo) sono state svolte attività didattiche con gli allievi dell'Istituto Comprensivo di Santa Maria a Colle (Lucca) e con i loro insegnanti.

Una festa per coinvolgere e qualificare il territorio

Durante queste attività, è emerso che alcune scuole della provincia e del territorio limitrofo si erano occupate con successo di argomenti relativi alla storia dalla città di Lucca. L'istituto comprensivo di Licciana Nardi (Massa Carrara) e quello di Camporgiano (Lucca) avevano vinto la VII edizione di Raccontare il Medioevo, il Concorso Nazionale di Scrittura indetto dall'Istituto Storico Italiano per il Medioevo di Roma. La notizia era passata inosservata, tuttavia. Perciò abbiamo pensato di partire dall'idea di valorizzare il lavoro svolto, organizzando un congresso per questi studenti in modo da farli incontrare e confrontare sulle attività svolte.

A questa iniziativa partecipano numerosi enti (in fondo ne riportiamo l’elenco), con lo scopo di coinvolgere la città, evitando di dare vita una manifestazione isolata e avulsa dal tessuto sociale e culturale. Per questo motivo si sono scelti per lo svolgimento il giorno in cui cade la festa della Santa Croce di Maggio, ancora viva a livello cittadino, e il giorno successivo: 3 e 4 maggio 2018. La scelta è motivata anche dallo specifico argomento di questo primo appuntamento che riguarda appunto la leggenda del Volto Santo di Lucca.

Lucca d'oro e di setaFig. 1 - Lucca d'oro e di seta. Disegno di Riccardo Massagli

Il programma del Festival

In entrambe le giornate, 3 e 4 maggio, saranno proiettati alla biblioteca civica Agorà, all'oratorio San Giuseppe, al Via Francigena Entry Point, alla libreria caffè letterario LuccaLibri, alla Libreria Ubik le videolezioni realizzate da ARVO nel contesto del canale tematico ARVO Tv. In quella occasione saranno presentate al pubblico le nuove puntate di ARVO Tv dal titolo Il tesoro del Volto Santo, realizzata con la Prof.ssa Antonella Capitanio, L'incoronazione e l'iconografia politica del Volto Santo, con il Dr. Iacopo Lazzareschi Cervelli, e I Lucchesi a Venezia, con il Prof. Luca Molà

La mattina del 4 maggio, 2018, alle 10.00 presso sede del CRED si terrà il Congresso dei ragazzi. I ragazzi si incontreranno in un vero e proprio congresso fatto a loro misura e presenteranno le relazioni sul lavoro di ricerca storica che hanno svolto nei mesi passati. Il tema del congresso sarà la rivisitazione il legame del Volto Santo con la prassi del pellegrinaggio. Titolo: Qui ha loco il Santo Volto. Un racconto tra storia e leggenda.

Le scuole che partecipano

  • Istituto Comprensivo di Santa Maria a Colle: Il Volto Santo nella leggenda del diacono Leobino, presentazione dell’elaborato video, classe 1a C, secondaria di primo grado, anno 2016/17. Progetto realizzato col sostegno didattico di ARVO – Archivio Digitale del Volto Santo.
  • Istituto comprensivo di Licciana Nardi: Al vent dal mar, presentazione dell’elaborato PDF, gruppo delle classi prime, sezioni A e B, secondaria di primo grado, anno 2016/17. Progetto vincitore del concorso nazionale: Raccontare il Medioevo – VII edizione.
  • Istituto comprensivo di Camporgiano: Un viaggio nel Medioevo. Lungo la Via del Volto Santo, presentazione dell’elaborato PDF, gruppo delle classi seconde, sezioni A e B, secondaria di primo grado, anno 2016/17. Progetto vincitore del concorso nazionale: Raccontare il Medioevo – VII edizione.
  • Coro “Il flagioletto“: Brani scelti dal Laudario di Cortona e dalle Cantigas di Santa Maria
La partenza dal Volto Santo da GiaffaFig. 2 - Agostino Ghirlanda (attr.), 1580 ca., La partenza del Volto Santo da Giaffa, Villa Buonvisi, Monte San Quirico, Lucca

Il pomeriggio del giorno 4 maggio 2018 le scuole di Camporgiano e Licciana Nardi andranno in visita al Via Francigena Entry Point mentre la scuola di Santa Maria a Colle andrà in visita a Villa Buonvisi completando così il percorso iniziato negli scorsi anni (Fig. 2)

La socializzazione attraverso i media

L'evento sarà ripreso in video e sarà divulgato sui canali ufficiali (Progetto ARVO, Amministrazione di Lucca) insieme agli elaborati dei ragazzi. Il blog tematico con dominio http://younghistorians.it e http://younghistoriansfestival.it raccoglierà tutti materiali didattici in fase preparatoria e i risultati prodotti dal congresso dei ragazzi. Saranno predisposte delle interviste ai ragazzi che andranno in streaming su Radio Francigena.

Un'attenzione particolare va riservata all'immagine simbolo dell'edizione 2018 che rappresenta Lucca città di seta guardata con benevolenza dal suo patrono mentre i ragazzi ne studiano l'aspetto e le caratteristiche (Fig. 1). Il disegno è stato realizzato da un maestro, Riccardo Massagli, che è anche autore di libri per bambini, capace di utilizzare a fini didattici la sua grande abilità grafica.

Scrigno metaforicoFig. 3 - Lo scrigno metaforico che si schiuderà all'apertura dei lavori

Con gli insegnanti si è stabilito di usare a scopo didattico gli strumenti di connessione che i ragazzi usano normalmente a scopo ludico come cellulari e tablet. Per questo è stata predisposta una pagina intitolata "sezione segreta" a cui i ragazzi non possono avere accesso fino al giorno del congresso. In questo pagina, che inizialmente farà vedere solo l'immagine di uno scrigno (Fig. 3), confluiranno i saluti di Massimo Miglio, presidente dell'ISIME, insieme a tutte le presentazioni e i materiali che useranno i ragazzi per le relazioni che saranno proiettate il giorno del congresso, ivi compresi i testi dei brani musicali che verranno eseguiti dal coro dei ragazzi. Ad apertura di giornata lo scrigno sarà aperto: in altre parole sarà resa pubblica la pagina che fino a quel momento sarà impostata in modalità privata. I ragazzi avranno accesso ai contenuti mediante i loro dispositivi e potranno utilizzarli per seguire gli interventi. A quel punto potranno iniziare i lavori perché il congresso dei ragazzi possa svilupparsi come occasione di incontro, di passione e di conoscenza.

LocandinaFig. 4 - Locandina dello Young Historians Festival di Lucca

Enti e associazioni coinvolti

Gli enti e le associazioni coinvolte sono: ARVO (Archivio Digitale del Volto Santo), l'amministrazione comunale di Lucca, il CRED – Centro Risorse Educative e Didattiche, la biblioteca civica Agorà, l'Opera del Duomo di Lucca, il Via Francigena Entry Point - Casa del Boia, il Caffè Letterario LuccaLibri, la Libreria Ubik. Ad essi si aggiungono l'Archivio Storico Diocesano, l'Archivio di Stato, il Progetto Lucca Ospitale, Radio Francigena, e la proprietà di Villa Buonvisi che renderà accessibile agli studenti interessati la cappella del Volto Santo dove è conservato l'unico ciclo di affreschi completo sulla leggenda del Volto Santo che sia giunto fino a noi. E non poteva certo mancare il patrocinio dell'ISIME - Istituto Storico Italiano per il Medioevo di Roma.

http://www.younghistorians.it/
Condividi

Diario di bordo

News

Biblioteca

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.