Biblioteca

Un’enciclopedia sulla violenza di massa nella storia. Il sito web Mass Violence & Resistance

di Antonio Prampolini

Indice

1. Il progetto di una Enciclopedia sulla violenza di massa

2. Il sito web Mass Violence & Resistance

3. Una selezione di articoli

3.1 Studi di caso

3.1.1 Il genocidio degli armeni e la pulizia etnica in Turchia

3.1.2 Le violenze di massa del nazismo in Germania e nei territori occupati

3.1.3 Le violenze di massa nella Russia di Stalin

3.1.4 I civili vittime dei bombardamenti aerei nelle guerre del '900

3.2 Contributi teorici: genocidio e pulizia etnica

 

1. Il progetto di una Enciclopedia sulla violenza di massa

Nel 2004, lo storico e politologo francese Jacques Semelin si era fatto promotore, presso il centro di ricerca e studi internazionali Sciences Po, con sede a Parigi, di un progetto per una Encyclopédie des violences de masse con…

Leggi tutto...

Europeana: i patrimoni culturali e la storia dell’Europa. Sitografia

di Antonio Prampolini

Indice

  1. Il portale online
  2. La storia dell'Europa
  3. La didattica dei patrimoni culturali

 

Fig.1: logo Europeana Fonte1. Il portale online

Europeana è il portale finanziato dalla Commissione Europea che permette di accedere ai patrimoni digitalizzati delle istituzioni culturali (archivi, biblioteche, musei) degli stati facenti parte dell’Unione.

È presente in rete con un proprio sito plurilingue (la versione in lingua italiana) dove sono indicizzati materiali diversi (ad oggi oltre 50 milioni di articoli), tra i quali: manoscritti, libri, giornali, testimonianze, dipinti, mappe, strumenti/oggetti, fotografie, filmati, che costituiscono il “patrimonio culturale europeo”. Molti di questi materiali rappresentano per il mondo della scuola risorse importanti ai fini…

Leggi tutto...

Come si insegna storia in Europa?  Un osservatorio e un laboratorio promossi dal Consiglio d’Europa.

di Antonio Prampolini

 

Indice

  1. La centralità della storia e del suo insegnamento
  2. L'osservatorio sull'insegnamento della storia
  3. Histolab: laboratorio sulla storia e sull'educazione transnazionali

 

Fig.1: Logo del Consiglio d’Europa Fonte1. La centralità della storia e del suo insegnamento

Il Consiglio d'Europa, nello svolgimento della sua attività di indirizzo (Raccomandazioni) in materia di istruzione, ha sempre riconosciuto l’importanza della storia e del suo insegnamento ai fini dell’educazione dei cittadini europei.
La riforma dei libri di testo, la formazione degli insegnanti e l'innovazione della didattica in tale ambito sono stati, pertanto, oggetto di una particolare attenzione nelle sue Raccomandazioni. Le possiamo leggere nella sezione dedicata all’Insegnamento…

Leggi tutto...

Le monete: uno strumento affascinante di insegnamento

di Luigi Cajani

 La storia della moneta è un grande assente nella scuola italiana, ed è un’assenza che pesa. Le monete sono infatti oggetti ricchi di potenzialità per l‘insegnamento della storia, prima di tutto perché sono al centro di molte questioni di storia economica, come il commercio, i prezzi, i metalli preziosi, la finanza pubblica e le teorie economiche, e poi perché contengono riferimenti alla storia politica, non solo a sovrani e altri personaggi di rilievo, come pure ad eventi cruciali come conquiste o cambiamenti di regime, ma anche perché molto spesso sono uno strumento di propaganda del potere per trasmettere la propria autorappresentazione e la propria ideologia.

 

Tutta la storia in dieci monete

Il libro di Sergio Valzania, Le vie delle monete, (Bologna, il…

Leggi tutto...

Medioevo migratorio. Un libro utile per smontare stereotipi medievali e moderni. *

di Mariangela Caprara

Le ricerche sulle migrazioni, medievali e moderne, hanno una lunga storia, ci informa Giuliano Pinto commentando il libro di Ermanno Orlando, Medioevo migratorio (Il Mulino 2022), dal momento che prendono le mosse dagli anni ’80 del secolo scorso, grazie all’attività di Mario Mirri, Carlo M. Cipolla ed Elena Fasano all’interno della Società Italiana di Demografia Storica (SIDES). Il libro, continua Pinto, affronta il fenomeno delle migrazioni nell’arco di tutto il Medioevo - accostando dunque fenomeni di massa a movimenti di gruppi o addirittura di singoli - da una prospettiva specifica, quella delle comunità locali che hanno accolto gli individui nelle varie forme della loro mobilità.

Questa prospettiva è congeniale a Orlando, che ha studiato a lungo Venezia, la…

Leggi tutto...

Diario di bordo

News

Biblioteca

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.